\"NULLA SIA PIÙ FORTE DELLA VOSTRA FEDE\"

GIOSUÈ GIANAVELLO

Voi che avete lo Spirito (Galati 6:1-2) – Culto di domenica 20 ottobre 2019

 Diciannovesima domenica dopo Pentecoste

La differenza fra le ruote ferrate e le ruote rivestite di gomma degli pneumatici è evidente. I secondi sono elastici, leggeri e più efficienti. Sembra la differenza fra “la legnosità, la pesantezza e la lentezza” dogmatica della religione legalista e il dinamismo di quella pneumatica, quella, cioè, ripiena dello Spirito di Cristo. E’ l’apostolo Paolo che, nella lettera ai Galati, letteralmente chiama “pneumatici” i veri cristiani, tradotto in “voi che siete spirituali” o “che avete lo Spirito”. La superiorità degli “pneumatici” è evidente, e comporta responsabilità ma anche rischi. Vediamo.

Paolo Castellina

Essere cristiani “non è una passeggiata” (28. Galati 5:24-26) – Culto di domenica 13 ottobre 2019

Domenica 13 Ottobre 2019 – Diciottesima domenica dopo Pentecoste
Il comportamento che si definisce “stoico” indica oggi generalmente quello di chi sopporta con forza d’animo e impassibilità sofferenze fisiche e morali, che dimostra forza, determinazione, fermezza, rigorosa disciplina personale. Era quello dimostrato, insieme ad altre caratteristiche, dai seguaci dell’antica filosofia greca dello stoicismo [1], che pure ha paralleli in altre culture. Il personale rigoroso impegno morale e spirituale, però, è pure quello a cui è chiamato il cristiano che, volendo essere degno di tale nome, intende seguire l’insegnamento del Nuovo Testamento. Le espressioni usate dall’apostolo Paolo nel testo biblico che esaminiamo oggi, a questo riguardo sono inequivocabili.
———
Paolo Castellina

A Roma una statua pagana in processione. Altrove si calpesta la Parola di Dio.

Un articolo del sito di informazione cattolico “La nuova bussola quotidiana”, parla di riti pagani in certe chiese, beninteso cattoliche, di Roma, in occasione del “Sinodo dell’Amazzonia”. Sembra che la chiesa di Roma – partita in ritardo rispetto a quella valdese ufficiale – abbia recuperato e sia già più avanti, almeno nell’apparenza. Il tradizionale ritualismo cattolico romano si presta più facilmente a processioni varie, e che questa volta si segua una statua pagana anziché altre statue non è quel gran cambiamento. Il sincretismo si pratica, a Roma e altrove, fin dai primi secoli della nostra era. Ma se nelle chiese cattolico romane si adorano statue pagane anziché quelle solite, in quelle del “Sola Scriptura”, che dovrebbero evitare gli errori restando ben saldamente attaccate alla Bibbia, si è fatta della Parola di Dio un bersaglio costante di “decostruzione”, cioè distruzione e blasfemia. Se a Roma portano in processione una scultura di legno di una divinità pagana, nelle Valli e altrove si calpesta il dono di Dio all’umanità: la sua Parola.

Non consoliamoci con i guai altrui. Vediamo piuttosto i segni dei tempi.

 

Odiate Israele e giustificate i terroristi? Ecco un suggerimento per il vostro 8 per 1000

Ecco alcuni dei progetti finanziati con l’8 per 1000 valdese nel Medio Oriente.

  • “Riabilitazione e reinserimento dei bambini palestinesi ex-detenuti in Cisgiordania”. 20mila euro all’Arci Comitato Regionale Toscano. Proprio per questo progetto “Save the Children-Italia” collabora con “Defense for Children International Palestine” (DCI-P), che è strettissimamente legata al Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (FPLP), designata come organizzazione terroristica da Unione europea, Usa e Canada. Hashem Abu Maria, coordinatore dell’unità di mobilitazione di DCI-P è stato definito “nostro leader” dal FPLP. In un video della stessa DCI-P del 23 settembre 2014 si celebra Abu Maria con un discorso di Rifat Odeh Kassis, direttore generale di DCI-P, in un ambiente dove pareti e presenti recano simboli e bandiere del FPLP; Nassar Ibrahim, presidente dell’Assemblea di DCI-P è stato redattore di El Hadaf, il settimanale del FPLP, e autore di un murale celebrativo di George Habash, fondatore del FPLP; Mahmoud Jiddah, membro del Consiglio direttivo di DCI-P dal 2012 al 2016, ha trascorso diciassette anni in carcere per un attacco con granate a civili israeliani; anche il già citato Shawan Jabarin è stato nel consiglio dal 2007 al 2014; Fatima Daana, tesoriera del DCI-P, è la vedova di Raed Nazzal, comandante dell’ala militare del PFLP; nel 2018, Citibank e Arab Bank hanno chiuso i conti del DCI-P per il suo fiancheggiamento al terrorismo. L’Arci Toscana non dichiara con chi collabora per quel progetto, dunque è pressoché certo che interagisca con DCI-P. Se Save the Children non

Nel sito dell’Arci Toscano si evidenzia un acritico sostegno a qualsiasi azione messa in atto dai palestinesi, con Israele colpevole di qualunque nefandezza. Mai il più piccolo accenno agli innumerevoli attacchi terroristici contro Israele, salvo la citazione della “intifada dei coltelli”, ma solo per lamentare gli “indiscriminati” arresti degli accoltellatori. C’è sempre il luogo comune che i coloni israeliani costruiscono i propri insediamenti “espropriando” i palestinesi o addirittura scacciandoli dalle proprie abitazioni, quando invece compiono regolari acquisti in zone disabitate. Parla di “quadro terribile di violenza, privazione di diritti, razzismo, apartheid”. Per quanto riguarda Gaza, chiama “libertà di movimento” i tentativi di palestinesi di superare il confine con Israele, chiama “manifestazioni pacifiche” il lancio di molotov e di aquiloni incendiari sui villaggi israeliani, parla della “barbarie di soldati addestrati ad uccidere” nel corso di una presunta occupazione, dimenticando che Gaza, conquistata da Israele ben tre volte nel corso di guerre difensive, per tre volte è stata integralmente restituita ai palestinesi, e che i vicini villaggi ebraici, sempre sotto attacco dei “pacifici” missili e terroristi, si trovano in territorio pienamente israeliano.

  • “Difendere I diritti delle donne e dei bambini palestinesi detenuti” – 17.419 euro all’associazione Addameer. Addameer è anch’essa legata all’organizzazione terroristica FPLP, definisce “prigionieri politici” tutti i terroristi detenuti e “martiri” tutti i terroristi morti in azione. Quanto ai “bambini detenuti” – spiega la stessa Addameer – sono giovani in gran parte poco sotto i diciotto anni arrestati per lancio di pietre contro gli israeliani o altri reati. In particolare, Addameer difende strenuamente la pratica dell’Autorità Palestinese di pagare un salario mensile ai terroristi in carcere, anche quelli riconosciuti colpevoli di assassinio e anche dopo il loro eventuale rilascio. Nei casi in cui l’Autorità palestinese ha parzialmente sospeso tale pratica allo scopo di ottenere maggiori fondi dagli Stati Uniti, Addameer ha vivamente protestato. Nel sito di Addameer, al primo posto tra i “prigionieri politici” di cui si occupa, c’è Sami Ahed Abdullah Maslah Abu Deyak, condannato a tre ergastoli e trenta anni di reclusione. Non viene spiegato per quali crimini è stato condannato. A difesa dei minori detenuti, Addameer afferma che essi sono stati condizionati dai loro famigliari e dai loro leader a compiere gli atti per i quali sono stati arrestati, ma non ha mai fatto nulla per evitare che questo accada, anzi, è protagonista della stessa campagna di odio di cui quei minori sono vittime. Una campagna finanziata anche con soldi provenienti anche dall’Italia.

(continua, purtroppo)

“Greta Thunberg successore di Gesù” – La Chiesa di Svezia conferma che certo ambientalismo è una religione (e certe chiese apostate e blasfeme)

Fin dal lontano 2011 abbiamo denunciato il pericolo che “l’ambiente” diventi per la Chiesa Valdese (e anche per molte altre che ci stanno un po’ meno a cuore) una vera e propria divinità. Ora la Chiesa di Svezia di Malmö lo dice apertamente, con un Tweet, pubblicato già nel dicembre scorso, in cui dice: “Ascoltate! Gesù di Nazareth ha ora nominato uno dei suoi successori, il suo nome è Greta Thunberg.” 

Ci sarebbe qualche centinaio di motivi per dire quanto è blasfema questa apostasia. Qui ne basta una, il successore di Gesù non esiste. E’ lui che tornerà, non altri: «Infatti, come il lampo esce da levante e sfolgora fino a ponente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo

Insomma, non solo certo ambientalismo è religione, ma ha anche trovato il suo messia, nella sedicenne vittima di una operazione mediatica messa su dalla madre e da un esperto di marketing. Per noi cristiani, per noi veri valdesi dovrebbe essere facile orientarci al riguardo.

Quanto alla Chiesa di Svezia, nel suo sito si presente per quale essa ormai è: una Onlus che ha il nome di Chiesa ma che quasi nasconde il suo fondamento: Gesù il Cristo, il Messia. Forse il fatto che ora, almeno per quelli di Malmö, è il predecessore di Greta, li spingerà a conoscerlo un po’ meglio! Dicono che i loro valori fondamentali sono “pace, riconciliazione, giustizia e sostenibilità”. Dov’è la fede in Dio? Del resto, parlando del loro fondamento teologico, affermano che la loro struttura democratica permette loro di “adattare la fede e la teologia al mondo in cui viviamo”. L’apostasia e la blasfemia sono infatti un grande cambiamento per una chiesa che fu riformata, cioè che deve sempre farsi formare dalla immutabile Parola di Dio.

 

Il sermone del culto sinodale: “Se non crediamo alla risurrezione non siamo chiesa”

La predicatrice metodista Erica Sfredda ha condotto il culto inaugurale del Sinodo Valdese. Ascoltato tutto il sermone, non nascondo la mia sorpresa nel constatare che è stato non solo pienamente biblico, ma anche molto appropriato ai nostri tempi. Consigliamo ovviamente di ascoltarlo tutto usando questo link. Ma, per chi è di fretta, c’è anche una felice sintesi in questa intervista.

Imperniato su I Corinzi 15, ha richiamato ogni membro di chiesa a ciò su cui una chiesa, su cui le chiese valdesi e metodiste si fondano: la resurrezione di Cristo, la salvezza attraverso di Lui. Naturalmente i media hanno sottolineato solo il passaggio in cui ha fatto alcuni esempi di peccato, tutti di carattere sociale, come indifferenza verso “i morti del Mediterraneo”, inquinamento e altri, sui quali si può essere d’accordo o meno.

Ma tutto il resto è stato un richiamo alla verità biblica. Spero che il messaggio sia ascoltato e preso molto sul serio.

Il lavoro di Sentieri Antichi Valdesi non è stato inutile. Non per nostro merito, ma perché coerente con la Parola di Dio.

Leonista

 

 

Fisicamente disabile ma potente nell’opera del Signore – Culto di domenica 1° settembre 2019

Fisicamente disabile ma potente nell’opera del Signore (22. Galati 4:12-20)
Domenica 1 Settembre 2019 – Dodicesima domenica dopo PentecosteNon sappiamo esattamente, ma l’apostolo Paolo era fisicamente disabile e malaticcio. Eppure era stato e rimane potentemente utilizzato nell’avanzamento del Regno di Dio. Come vediamo nel testo biblico di oggi, già allora c’era chi lo criticava e cercava di sottrargli il risultato del suo lavoro. Se ne rattrista, ma persevera, con la forza che Dio gli dà, sapendo che, nonostante le pretese e le menzogne dei suoi avversari, è sempre Dio e la verità che alla fine vince.http://paolocastellina.blogspot.com/2019/08/fisicamente-disabile-ma-potente.html

———
Paolo Castellina

L’ORGANISTA DEL SINODO 2018 SPIEGA PERCHE’ SUONO’ CON LA MAGLIETTA “SATANISTA”: “Non avevo voglia di mettere la camicia”

Un anno fa pubblicammo un articolo sul fatto che l’organista del culto inaugurale del Sinodo Valdese indossava una maglietta del gruppo rock satanista AC/DC e pubblicammo anche una difesa del musicista. Giunge ora una gradita precisazione da parte dell’organista. Ci scusiamo perché l’avevamo descritto “sulla cinquantina”, invece ha 32 anni. Per il resto, per ora, lasciamo lo scritto del maestro Giunchi senza commento.

Salve a tutti/e.
Mi chiamo Gabriele Giunchi e sono l’organista che ha suonato al Culto di apertura del Sinodo Valdese 2018 (per intenderci quello “incriminato” nel post).
Premettendo che quel giorno è stato un caldo particolarmente afoso e il sole batteva inclemente sulla controfacciata del tempio, con la conseguenza che il tutto si riversava sull’organista e sul coro, ammetto che aver indossato la maglietta di un gruppo Rock non potrebbe essere stata una buona idea.
Con me avevo anche una camicia a maniche corte (stile country), ma non ho voluto indossarla perchè non ne avevo voglia. Non pensavo minimamente che la decisione di restare con la mia maglietta sopracitata avrebbe tirato su un polverone del genere. Mi sono meravigliato assai nel leggere l’articolo scritto e soprattutto ho avuto modo di farmi alcune risate nel vedere che chi ha scritto l’articolo evidentemente ha un grosso problema di vista per non accorgersi che il sottoscritto (organista del Sinodo) fosse un ragazzo di 32 anni!
Un ragazzo di 32 anni con alle spalle 2 lauree in organo e pianoforte, 6 anni di arpa classica e celtica e attualmente iscritto al Biennio di specializzazione in clavicembalo presso il Conservatorio di Firenze. Curriculum a parte, tengo a precisare che sono l’organista della Chiesa Metodista di Bologna e in contemporanea anche presso la Chiesa Cattolica della SS. Annunziata sempre in Bologna. Molto di voi saranno inorriditi che un organista di fede protestante (sono entrato a far parte della chiesa metodista di bologna nel maggio 2016) sia anche organista di una chiesa cattolica. Sono rimasto anche nell’ambito cattolico per il semplice fatto che quando ci si rispetta a vicenda, senza guardare il credo religioso, senza guardare la veste che uno indossa (l’abito non fa il monaco) e senza guardare l’orientamento sessuale (tengo a precisare che sono GAY e felicemente fidanzato con un cattolico da 3 anni) si può andare d’amore d’accordo come Gesù ha detto “Amatevi gli uni gli altri, come io ho amato voi”. Con questo non voglio assolutamente dire di essere perfetto, perchè sulla terra NIENTE e NESSUNO lo è!
Ognuno ha i propri pregi e difetti perchè siamo esseri umani e tutti sbagliamo. Sta poi a noi decidere se seguire l’insegnamento di Gesù oppure seguire la via del male, ma non mi sembra proprio il caso di farne una tragedia se mi sono permesso di indossare una maglietta che per molti risulta satanica! Tengo a precisare che sono anche insegnante di musica e mi capita di ascoltare ogni genre musicale per avere una conezione a 360° della musica: ascolto Classica, Celtica, Country, Rock, Heavy Metal e Hard Rock!
Il satanismo, a mio parere, esiste solo in quelle persone che, pensando di sapere tutto, si permettono di giudicare qualcuno senza conoscerlo e senza aver mai avuto la possibilità di interagire con esso. Mi capita di collaborare con diverse confessioni religiose (cattolici, metodisti, valdesi, anglicani, luterani). Questo perchè tutte queste confessioni hanno un unico grande scopo: lodare il Signore. Alla fine della vita finirò all’inferno per avere indossato una maglietta “satanica” al culto di apertura del Sinodo Valdese? Non lo so. Di certo attualmente penso a come vivere questa vita e come poter collaborare con tutti coloro che rispettano il prossimo.
Perchè ho aspettato tanto a scrivere questo post di risposta? Francamente non lo so. Forse perchè oggi ho deciso di decicare un pochino più di tempo a riguardarmi questo post “divertente” nei miei confronti e quindi ho preferito fare un pochino di chiarezza.
Strano che però nel post non ci sia alcun riferimento ai brani musicali che ho avuto modo di suonare:
INGRESSO: Preludio in mi bemolle maggiore di Bach “detto di S. Anna”
ITERLUDIO: Schmücke dich o liebe Seele, corale di Bach da quelli di Lipsia
USCITA: Tripla fuga in mi bemolle maggiore di Bach “sulla Trinitä”).
Il non voler scrivere niente sulla musica (assai cara a Lutero) a mio avviso denota una grave carenza di cultura musicale (che in italia è comune un po’ dappertutto).
Quindi chiederei che si facesse un pochino più attenzione all’aspetto interiore piuttosto che giudicare sempre sull’aspetto esteriore (cosa abbastanza comune anche su alcuni ordini religiosi cattolici integralisti).
Con ciò non ho più niente da dire (mi sembra di essere stato abbastanza chiaro).
Saluti
Gabriele Giunchi

AUGURI ALLA NUOVA MODERATRICE, ALESSANDRA TROTTA

Gentile Moderatrice, molto ci dividerà, ma Le assicuriamo la nostra preghiera perché senta la chiamata del Signore nell’esercitare il suo mandato.

Ecco i moderatori degli ultimi anni:

1965-1972           Neri Giampiccoli

1972-1979           Aldo Sbaffi

1979-1986           Giorgio Bouchard

1986-1993           Franco Giampiccoli

1993-2000          Gianni Rostan

2000-2005         Gianni Genre

2005-2012          Maria Bonafede

2012-2019           Eugenio Bernardini

2019-in carica     Alessandra Trotta

L’aveva già detto Agostino!

“Chi nei Vangeli crede in ciò che gli piace e rifiuta ciò che non gli piace, non crede nei Vangeli ma in se stesso.”

Agostino da Ippona (354-430)

 

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2123110Totale Visitatori:
  • 311Oggi:
  • 918Ieri:
  • 8301Ultimi 7 giorni:
  • 27819Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti