Una Confessione di Fede del 1560

Mentre continua la pubblicazione degli interessantissimi studi di Paolo Castellina sulla Confessione di Fede Valdese del 1655, lo stesso pastore Castellina ha pubblicato il testo di una Confessione di quasi un secolo più antica, pubblicata nel 1560 a cura del pastore Scipione Lentolo per consegnarla al Duca di Savoia Emanuele Filiberto allo scopo di confutare le accuse di eresia e scelleratezza che venivano diffuse sui Valdesi. Lentolo (1525-1599) è uno dei personaggi di maggiore rilievo della storia valdese: già frate carmelitano, incarcerato dall’inquisizione per presunta eresia, fugge a Ginevra, allievo di Calvino e poi pastore in Val Pellice e ancora in Val Chiavenna. Come la Confessione del 1655, è stata scritta in un periodo di persecuzioni particolarmente violente.

La Confessione del 1560 si trova anche nel libro di Valdo Vinay Le Confessioni di Fede dei Valdesi riformati – un bel volume di 207 pagine, edito da Claudiana nel 1975, che oggi si può acquistare anche via internet ad appena 4,13€. Non facciamo certo pubblicità di solito, ma si tratta di una ottima occasione (probabilmente le ultimissime copie) per chi fosse interessato, tanto più che lo stesso volume si trova anche, in un sito in lingua inglese, come antiquariato, al prezzo di oltre 50 euro!    

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*