Il sermone del culto sinodale: “Se non crediamo alla risurrezione non siamo chiesa”

La predicatrice metodista Erica Sfredda ha condotto il culto inaugurale del Sinodo Valdese. Ascoltato tutto il sermone, non nascondo la mia sorpresa nel constatare che è stato non solo pienamente biblico, ma anche molto appropriato ai nostri tempi. Consigliamo ovviamente di ascoltarlo tutto usando questo link. Ma, per chi è di fretta, c’è anche una felice sintesi in questa intervista.

Imperniato su I Corinzi 15, ha richiamato ogni membro di chiesa a ciò su cui una chiesa, su cui le chiese valdesi e metodiste si fondano: la resurrezione di Cristo, la salvezza attraverso di Lui. Naturalmente i media hanno sottolineato solo il passaggio in cui ha fatto alcuni esempi di peccato, tutti di carattere sociale, come indifferenza verso “i morti del Mediterraneo”, inquinamento e altri, sui quali si può essere d’accordo o meno.

Ma tutto il resto è stato un richiamo alla verità biblica. Spero che il messaggio sia ascoltato e preso molto sul serio.

Il lavoro di Sentieri Antichi Valdesi non è stato inutile. Non per nostro merito, ma perché coerente con la Parola di Dio.

Leonista

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*