Sostenere chi ci istruisce nella Parola (31. Galati 6:6) – Culto di Domenica 3 Novembre 2019

Ventunesima domenica dopo Pentecoste

Una delle contestazioni che spesso vengono fatte alle organizzazioni religiose di qualunque tipo è quella di essere “sempre a caccia dei nostri soldi” e di volersi arricchire alle nostre spalle. Sfruttare la pietà religiosa come mezzo di guadagno, indubbiamente è stata e rimane, in tanti casi, un’odiosa pratica diffusa fin dall’antichità e che la Bibbia stessa condanna nei termini più forti. Come per tante altre cose in questo mondo si tratta, però, di un abuso che non può essere addotto per negare che chi si occupa di provvederci onestamente beni spirituali sia “degno del suo salario”. Il principio è evidenziato nel testo che esaminiamo quest’oggi di Galati 6:6. Non è l’unico che ne parla, ma merita, come sempre, di essere considerato a fondo.

Leave a Reply

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2151643Totale Visitatori:
  • 300Oggi:
  • 1004Ieri:
  • 7542Ultimi 7 giorni:
  • 12222Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti