Nulla sia più forte della vostra fede

GIOSUÈ GIANAVELLO

MARTEDÌ SI DISCUTE DI BENEDIZIONI ALLE COPPIE OMOSESSUALI. E POI ALLE COPPIE DI FATTO. UN ALTRO PASTICCIO?

Neanche_cos_si_potr_vedere_il_SinodoTemevano un flash mob dei dissidenti?

“Per lavori” all’aula sinodale, approved i membri di chiesa che vogliono assistere alle sedute del Sinodo potranno farlo… attraverso schermi posti fuori dalla Casa Valdese. Cioè non potranno farlo! Non potranno vedere chi c’è e chi non c’è, non potranno vedere come i deputati votano (non c’è registrazione dei voti ma solo l’alzata di mano), non potranno vedere chi parla con chi, come ciascuno reagisce agli interventi più interessanti… Non potranno vedere la vita del Sinodo, ma solo l’ufficialità burocratica.

Possibile che questi lavori dovessero toccare l’unica settimana all’anno in cui quell’aula viene usata per il suo fine proprio?

Se uno cerca un artigiano in agosto diventa pazzo. A Torre Pellice li hanno trovati solo ad agosto?

È una lesione grave della democrazia e della trasparenza nella chiesa valdese. Una cosa che non succedeva da secoli, o forse è la prima volta in assoluto!

Nel 2000, una parte del Sinodo si tenne al Palazzo del Ghiaccio di Torre Pellice: non si poteva trovare una soluzione del genere? Il grande tempio di Torre Pellice o quello di San Giovanni, capace di ospitare 500 persone a sedere, non si potevano usare?

Forse qualcuno temeva proteste fra il pubblico o che si capissero troppo bene certi meccanismi decisionali? O che il dissenso, strenuamente negato dai vertici, fosse visibile?

Un giorno triste nella Chiesa Valdese, anche perché in questo momento nessuno ha riportato la notizia, che sarà una brutta sorpresa anche per la maggior parte dei presenti.

Né risulta che il Sinodo stesso l’abbia mai deciso. Chi ha messo in atto l’ennesimo fatto compiuto, sopra la testa della “massima autorità umana della Chiesa in materia dottrinaria, legislativa, giurisdizionale e di governo”?

Neanche_cos_si_potr_vedere_il_SinodoTemevano un flash mob dei dissidenti?

“Per lavori” all’aula sinodale, approved i membri di chiesa che vogliono assistere alle sedute del Sinodo potranno farlo… attraverso schermi posti fuori dalla Casa Valdese. Cioè non potranno farlo! Non potranno vedere chi c’è e chi non c’è, non potranno vedere come i deputati votano (non c’è registrazione dei voti ma solo l’alzata di mano), non potranno vedere chi parla con chi, come ciascuno reagisce agli interventi più interessanti… Non potranno vedere la vita del Sinodo, ma solo l’ufficialità burocratica.

Possibile che questi lavori dovessero toccare l’unica settimana all’anno in cui quell’aula viene usata per il suo fine proprio?

Se uno cerca un artigiano in agosto diventa pazzo. A Torre Pellice li hanno trovati solo ad agosto?

È una lesione grave della democrazia e della trasparenza nella chiesa valdese. Una cosa che non succedeva da secoli, o forse è la prima volta in assoluto!

Nel 2000, una parte del Sinodo si tenne al Palazzo del Ghiaccio di Torre Pellice: non si poteva trovare una soluzione del genere? Il grande tempio di Torre Pellice o quello di San Giovanni, capace di ospitare 500 persone a sedere, non si potevano usare?

Forse qualcuno temeva proteste fra il pubblico o che si capissero troppo bene certi meccanismi decisionali? O che il dissenso, strenuamente negato dai vertici, fosse visibile?

Un giorno triste nella Chiesa Valdese, anche perché in questo momento nessuno ha riportato la notizia, che sarà una brutta sorpresa anche per la maggior parte dei presenti.

Né risulta che il Sinodo stesso l’abbia mai deciso. Chi ha messo in atto l’ennesimo fatto compiuto, sopra la testa della “massima autorità umana della Chiesa in materia dottrinaria, legislativa, giurisdizionale e di governo”?

Così si legge nel programma affisso nella Casa ValdeseCasa Valdese di Torre Pellice

Si sapeva che si tornava a parlare delle benedizioni alle coppie dello stesso sesso. Le benedizioni alle coppie di fatto sono invece una novità. La nomenklatura si sarà accorta, cheap  pur ignorando questo sito che – per loro – non esiste, pill di ciò che diciamo da un anno e cioè che la discriminazione in questo momento è a favore delle coppie omosessuali che non devono portare nessuna certificazione che attesti l’assenza di legami coniugali vigenti con altra persona, mentre le coppie uomo-donna possono chiedere la benedizione solo se sono già sposati o se celebrano contestualmente il matrimonio?

Ma per rimediare a questa discriminazione dovrebbero istituire l’equivalente del matrimonio solo religioso praticato dai cattolici, di solito da vedovi e vedove per non perdere il diritto alla reversibilità della pensione del defunto coniuge. Oppure sarebbe un’altra cosa: un matrimonio di seconda classe? E chi non fosse ancora divorziato potrebbe avere la benedizione? O forse è un passo oltre il matrimonio salva-reversibilità, poiché consentirebbe a divorziati e divorziate di non perdere il mantenimento da parte dell’ex coniuge, pur “mettendosi a posto” in una solenne cerimonia? Mah, staremo a vedere! O meglio, a origliare, visto che il pubblico non è ammesso! Anche quest’anno, niente noia ai piedi del Vandalino!

Related Posts

Leave a Reply

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2156434Totale Visitatori:
  • 420Oggi:
  • 1176Ieri:
  • 8437Ultimi 7 giorni:
  • 17013Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti