EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (3)

EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (3)

Quando il canonico anglicano William Stephen Gilly venne in Italia per visitare le Valli Valdesi all’inizio del 1823 riportò moltissime notizie di grande interesse. Oggi, il libro in cui Gilly raccontò la sua straordinaria esperienza non è più stampato in Italia. Ma lo si trova in edizione recentissima negli Usa. Da questo traiamo alcuni episodi.

Il Moderatore Rodolphe Peyrani (o Peyran), spiegò così a Gilly l’essenza della Chiesa Valdese e il suo rapporto con la Chiesa di Roma: “Siamo stati chiamati eretici, e Ariani, e Manichei, e Catari,ma noi siamo come voi (la Chiesa d’Inghilterra, N.) una chiesa costruita in Cristo, con la disciplina e la regolare amministrazione del culto che costituisce una chiesa. Abbiamo aderito ai puri principi dell’età Apostolica, e i Cattolici Romani si sono separati da noi. La nostra è la successione apostolica, dalla quale la gerarchia romana si è allontanata, non viceversa.” E citava il libro di Jean Léger per le testimonianze storiche al riguardo.

Solo 187 anni fa i Valdesi vedevano se stessi così: non una chiesa – tanto meno una setta – nata nel XII secolo che cercava di ritornare alla vera dottrina evangelica e apostolica, ma la chiesa dei veri successori degli apostoli, dei quali avevano sempre seguito gli insegnamenti. La Chiesa di Roma se n’era invece allontanata. Come scrisse il vescovo Claudio mille anni prima, era il Papa ad essere eretico, non lui.

Questo concetto non era una mera petizione di principio (“io ho ragione e tu torto”) ma discendeva oggettivamente dal fatto che Claudio, Valdo e i Valdesi in generale non avevano cambiato, era la Chiesa di Roma ad aver cambiato. Pensando a questo, stridono ancor più le stravaganti innovazioni recentemente introdotte. Un cattolico potrebbe dirci: “I vostri padri sostenevano di seguire la vera dottrina, ma oggi voi vi siete drasticamente distaccati da ciò che essi dicevano e facevano. Perciò o sbagliavano loro o sbagliate voi. In entrambi i casi, non avete più nulla di apostolico”. Ineccepibile.

Il Moderatore Peyrani raccontò a Gilly di quando fece parte di una delegazione incaricata di incontrare Napoleone Bonaparte (probabilmente nel 1805). Fu l’imperatore che si rivolse per primo a Peyrani.

Napoleone: “Voi fate parte del clero protestante ?”

Peyrani: “Sì, Maestà, e sono moderatore della Chiesa Valdese.”

N.: “Siete scismatici rispetto alla Chiesa di Roma ?”

P.: “Non scismatici, spero, ma separatisti per scrupolo di coscienza, su basi che noi riteniamo Scritturali.”

N.: “Avete avuto uomini valorosi fra di voi. Ma le vostre montagne sono i migliori bastioni che si possano avere. Cesare ebbe gravi difficoltà a superarli con cinque legioni. Fu Arnaud il comandante del Glorioso Rimpatrio, vero ?

P.: “Sì, Maestà. Noi siamo convinti che la Provvidenza abbia aiutato il nostro popolo.”

N.: “Da quando siete una chiesa indipendente.”

P.: “Dai tempi di Claudio, vescovo di Torino, intorno all’anno 820.”
1 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (11)
2 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (10)
3 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (9)
4 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (8)
5 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (7)
6 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (6)
7 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (5)
8 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (4)
9 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (3)
10 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY (2)
11 EPISODI DI STORIA VALDESE NARRATI DA W.S.GILLY

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*