Nulla sia più forte della vostra fede

GIOSUÈ GIANAVELLO

Confessione di Fede “imbarazzante”?

di Paolo Castellina

Le Confessioni di Fede della Riforma (delle quali quella valdese sono esempio) sono ovviamente imbarazzanti per i teologi moderni e i pastori, che “ancora” le devono sottoscrivere perché ciò che esse esprimono non riflette i presupposti e la mentalità del moderno metodo storico-critico di interpretazione della Bibbia. Facendo uso di tale approccio al testo biblico e alla Storia, insieme alla “dogmatica” sottoscrizione delle teorie evoluzioniste, di fatto ogni articolo della “fede antica” viene messo in questione e relativizzato – come pure gli articoli dello stesso Credo (documento storico fondante di tutte le chiese trinitarie). Questa relativizzazione e revisione della fede “una volta per sempre trasmessa ai santi” (Giuda) traspare chiaramente pressoché in ogni predicazione e scritto dei teologi modernisti. Ci troviamo quindi di fronte alla radicale revisione di tutta la fede cristiana e, di fatto, a un’apostasia di prim’ordine, nascosta dall’ipocrita detto e non detto di coloro che non osano dirlo apertamente ma espresso con baldanza dai teologi moderni “più coraggiosi” (conosciuti come radicali).

Ecco quindo il motivo del mettere in ombra la sottoscrizione obbligatoria della Confessione Valdese: perché, ovviamente, oggi diventa falsa promessa o spergiuro o sottoscrizione “per puri motivi storici e tradizionali”. Per essere davvero coerente con l’andazzo moderno, necessariamente la Chiesa valdese dovrà giungere ad una nuova Confessione di Fede “riveduta e corretta” e “in linea con la sensibilità moderna” – cioè soggetta alle ideologie moderne. Non farlo rivela solo vigliaccheria e inganno del popolo di Dio. Vigliaccheria perché, facendolo, si allontanerebbero esplicitamente dalle persuasioni della maggioranza dei cristiani (del passato e del presente), mettendo in questione il “caro ecumenismo”; inganno perché “conviene” illudere “il popolo ignorante”, facendogli credere che essi sono quello che non sono. Troveranno magari sofismi e abili ragionamenti per “conciliare” la loro apostasia con la fede antica.

Related Posts

Leave a Reply

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2177060Totale Visitatori:
  • 96Oggi:
  • 1125Ieri:
  • 8318Ultimi 7 giorni:
  • 6067Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti