Per “8 per mille valdese” la Galilea è “Territori Palestinesi”!

Avevamo notato nel 2013 che una iniziativa in Galilea, regione nel Nord Israele, non compresa in nessun modo nei “territori occupati” dal 1967 della Cisgiordania o Gaza, era classificata non come “Israele”, ma come “Galilea”. Unico caso fra le centinaia di progetti tutti indicanti lo stato sovrano nel quale venivano attuati.

Nel 2014 si è fatto un passo in più. Un finanziamento alla stessa organizzazione,

Simbolo dell’organizzazione giovanile palestinese di Fatah con mappa della “Palestina” che cancella Israele

“Sindyanna of Galilee”, che troviamo al numero 395, quest’anno è addirittura classificato come “Territori Palestinesi”. Solo la propaganda palestinese arriva a questi estremi, e solo in arabo, perché in inglese generalmente è più prudente. L’otto per mille valdese invece non si fa questi problemi, e classifica un’attività la cui sede è a Kufr Cana (si veda la posizione nella mappa), come “Territori Palestinesi”.

A parziale compenso, la voce seguente è classificata come “Israele” e l’ente destinatario è doppio: “Sindyanna of Galilee” e “WAC”, una sorta di sindacato, il cui simbolo è disegnato sul modello della falce e martello, tradizionale simbolo comunista. Come le altre voci riferite a Israele, l’iniziativa è rivolta rigorosamente solo a persone di etnia palestinese.

1 Commento

Rispondi a Daniela Michelin Salomon Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*