La parola scritta – Marco 14:48-49

Gesù, click rivolto a loro, disse: “Siete usciti con spade e bastoni come per prendere un brigante. Ogni giorno ero in mezzo a voi insegnando nel tempio e voi non mi avete preso; ma questo è avvenuto affinché le Scritture fossero adempiute” (Marco: 14:48,49).

Chiaramente Dio aveva già stabilito gli avvenimenti che il Figlio dell’uomo avrebbe dovuto affrontare, e aveva fatto in modo che venissero scritti su fogli di carta o pergamene definite poi “le Scritture”. Le Scritture sono parole scritte da uomini ma ispirate da Dio, del quale gli eterni decreti sono stabiliti e resi leggibili in un libro.

Dio non agisce in modo astratto, ma sempre in modo concreto. Quando Egli creò i cieli e la terra, visto che è onnipotente, avrebbe potuto crearli con la sola forza del pensiero e invece usò la Parola della sua bocca che può esprimersi solo col Soffio, perché senza soffio non si può pronunciare verbo!

E così è del consiglio eterno della sua volontà, il quale Egli stabilì prima della fondazione del mondo; come in un progetto stabilì la storia del mondo, la storia del Figlio di Dio, il suo arresto, la sua agonia, la sua morte; ma non fu sufficiente predisporre a livello mentale tutto ciò affinché avvenisse, Egli lo stabilì fermamente sigillandolo nelle Scritture in modo talmente irrevocabile che Cristo stesso, vedendo le folle che venivano verso di Lui con spade e bastoni, mentre ogni giorno era in mezzo a loro, dichiarò con solennità. “Ma questo è avvenuto affinché le Scritture fossero adempiute” (versetto 49).

I progetti nascosti nel cuore di Dio sono stati resi noti nelle Scritture e ogni cosa si è adempiuta nei minimi particolari.

Egli non ha voluto che i suoi decreti fossero vaganti nell’aria rendendoli irraggiungibili alla nostra comprensione come fossero solo un frutto del suo pensiero, ma decise di concretizzarle rendendole note e facendole scrivere da uomini nella Sacra Bibbia, dimostrando così la sua sapienza eterna nella decisione della sua volontà che raggiunge gli uomini attraverso la Parola scritta.

Daniela

2 Responses to “La parola scritta – Marco 14:48-49”

  1. Luca Zacchi ha detto:

    Grazie per la meditazione!

  2. Vanessa ha detto:

    ValeSono andata ditreta su quello di Italo e hai scritto che avresti scritto li’ Non so perche’ ,qualcosa mi diceva di cercare anche Baudelaire E ufficialmente dici di volere scrivere qui..Ergo ufficiale?deciso?leggo il Charlie? O nel dubbio..leggo tutto cio’ che trovo?

Leave a Reply

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2151607Totale Visitatori:
  • 264Oggi:
  • 1004Ieri:
  • 7506Ultimi 7 giorni:
  • 12186Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti