\"NULLA SIA PIÙ FORTE DELLA VOSTRA FEDE\"

GIOSUÈ GIANAVELLO

Sovranità di Dio sul Male

Una bestia sale dal mare, una bestia terribile simile a un leopardo, coi piedi come quelli dell’orso, con la bocca come quella del leone, con il potere e l’autorità conferiti dal dragone che è Satana stesso. Le fu data una bocca che proferiva parole arroganti e bestemmie. E le fu dato potere di agire per quarantadue mesi. Le fu pure dato di far guerra ai santi, di vincerli e di avere autorità sopra tribù, popoli e lingue” (Apocalisse 13).

Anche il Male viene permesso da Dio per portare a termine i suoi disegni; non solo viene permesso, ma è Lui che dà il potere di agire, perché conosce il progetto finale che tale azione produrrà. Ed è anche questo il caso dell’apparente sconfitta più drammatica di tutta la storia del mondo: la morte in croce del Figlio di Dio.

Con questo potere dato da Dio, al dio delle tenebre e agli uomini, per annientare il Cristo, l’Onnipotente ha risolto tutti gli aspetti disastrosi causati da Satana e dall’uomo. Perciò la sovranità di Dio regna incontrastata anche se, a noi umani, apparentemente sembra che sia l’opposto.

Daniela

2 Responses to “Sovranità di Dio sul Male”

  1. Luca Zacchi ha detto:

    Fa’ o Signore, che solo il tuo potere sia quello che cerchiamo; il poterci sottomettere alla tua Parola, il poter abbracciare la tua Croce. Grazie o Signore per il dono della salvezza e della grazia che continuamente riceviamo da te.

    Amen.

  2. Franco ha detto:

    concordo.Ma ci é concesso chiedere, se é possibile che ci trapassi il calice come fece Gesù nel Ghetsemane.
    Ezechia si ammalò ed il Signore, legittimamente e come sovrano, aveva deciso che non sarebbe guarito. Poi però Ezechia pregò, ed il Signore, legittimamente e come sovrano, decise di accondiscendere concedendogli altri 15 anni di vita. Molto può la preghiera del giusto.

    Isaia 38

    1 In quel tempo Ezechia si ammalò mortalmente. Il profeta Isaia, figlio di Amots, si recò da lui e gli disse: «Così parla l’Eterno: Metti in ordine la tua casa, perché morirai e non guarirai». 2 Ezechia allora voltò la faccia verso la parete e pregò l’Eterno: 3 «Ti supplico, o Eterno, ricordati come ho camminato davanti a te con fedeltà e con cuore integro e ho fatto ciò che è bene ai tuoi occhi». Poi Ezechia diede in un gran pianto. 4 Allora la parola dell’Eterno fu rivolta a Isaia, dicendo: 5 «Va’ e di’ a Ezechia: Così dice l’Eterno, il DIO di Davide, tuo padre: Ho udito la tua preghiera, ho visto le tue lacrime; ecco, io aggiungerò ai tuoi giorni quindici anni; 6 libererò te e questa città dalle mani del re di Assiria e proteggerò questa città. 7 Questo è per te il segno da parte dell’Eterno, che l’Eterno adempirà la parola che ha detto: 8 ecco, io farò retrocedere di dieci gradini l’ombra che per effetto del sole si è allungata sui gradini di Achaz». E il sole retrocesse di dieci gradini sui gradini dai quali era disceso.

Leave a Reply

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2118708Totale Visitatori:
  • 1068Oggi:
  • 1452Ieri:
  • 10791Ultimi 7 giorni:
  • 23417Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti