Sinodo di 320 anni fa: più democrazia e trasparenza

3 giugno 1694, Torre Pellice. Secondo Sinodo Valdese di cui ci restino gli atti. Ne farebbero parte di diritto i pastori, uno per ciascuna delle 13 chiese di allora, ma Jacques Jahier di Pramollo non poté esserci e Pomaretto non ha ancora il suo ministro. Dunque: 11 pastori, tra i quali Henri Arnaud. Oggi sono 90. Nel 1694 c’erano anche i membri eletti dai membri delle chiese, tra questi il capitano Mathieu Bellion, comandante di una delle compagnie di Angrogna nel Glorioso Rimpatrio di 4 anni prima, per San Giovanni, i capitani Negrin e Jean Rambaud per Torre e Villar Pellice, e il chirurgo Jean Malanot per Villasecca. In totale 18 eletti. Su 29 membri del Sinodo 1694 con diritto di voto, 18 (il 62%) erano eletti e solo il 38% erano membri di diritto in quanto pastori, peraltro eletti come tali dalle chiese. Dei 180 membri votanti del Sinodo 2014, il 50% sono pastori, spesso non eletti dalle loro chiese, 3 (1,7%) sono diaconi, non eletti, e non più del 48% sono eletti. E non ne conosciamo i nomi, nonostante Internet e gli altri mezzi di comunicazione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*