\"NULLA SIA PIÙ FORTE DELLA VOSTRA FEDE\"

GIOSUÈ GIANAVELLO

La fine di un dittatore – Giudici 9

Riceviamo da indirizzo mail con nome e cognome, more about ask ma non firmato, sick un messaggio interessante. Nel dubbio, omettiamo nome e cognome, ma l’interessato ci può comunicare se preferisce che li pubblichiamo.

“Risulta che ci sia malcontento in seno al corpo pastorale per l’imposizione di Bernardini come moderatore. Non si esclude l’ipotesi di un traghettatore per un biennio di pacificazione. Forse un pastore emerito?”

Grazie della notizia!

Già mesi fa era circolata l’idea di una figura di prestigio, ma ci era parso che il nome di Bernardini mettesse d’accordo tutti – anche in quanto già vice moderatore – e in quella direzione c’erano stati molti movimenti. La voce di una “discesa in campo” del pastore Giuseppe Platone e ora quest’altra informazione sembrano dire che molti erano sì d’accordo, ma forse altri erano stati ignorati o hanno cambiato idea. Il nome circolato mesi fa come figura di prestigio era quello di Paolo Ricca, 76 anni, pastore e a lungo professore della Facoltà di Teologia. Di lui abbiamo parlato diverse volte su questo sito, ad esempio quando battezzò due bambini gemelli presentati da una coppia di uomini, definiti dal pastore Ricca “i genitori”, ma anche quando ha detto che le benedizioni alle coppie dello stesso sesso sono “fuori dalla scrittura e sbagliate”.
clinic geneva; font-size: 10pt;”>Giuseppe_PlatoneUna candidatura, check quella del pastore di Milano Giuseppe Platone, certamente più gradita agli estremisti di quella del pastore di San Secondo Eugenio Bernardini.  Platone è quello che sostiene il “matrimonio per tutti senza esitazione” e che nella Chiesa Valdese non c’è alcun dissenso in merito: solo qualche pentecostale è contrario. Ha anche detto che noi di valdesi.eu dovremmo andarcene e costruircene una senza “approfittare” di quella presente. Per ulteriori dettagli digitare la parola Platone nella casella di ricerca in fondo alla colonna a sinistra. Preghiamo per la nostra chiesa!

castellinaCredo che le domande poste in calce al vostro articolo di venerdì 24/8/2012 (sull’aumento dell’8 per mille – n.d.r.) siano molto ben poste. Di fatto, more about come accade spesso nella Storia, maggiore denaro “dà alla testa” e contribuirà all’ulteriore processo di corruzione e di degenerazione di una Chiesa che sempre di più la farà diventare “altro” rispetto alla sua Confessione di Fede.

I veri credenti se ne andranno gradualmente (non riconoscendosi più nella loro chiesa), ma coloro sui quali tanto contano i suoi attuali dirigenti (vale a dire sodomiti e i loro sostenitori, anticlericali e filistei di vario tipo) non hanno e non avranno alcuna intenzione di diventare membri a tutti gli effetti della Chiesa, pagarne i contributi e partecipare regolarmente ai culti. Contribuiranno semmai (più o meno direttamente) a dettarne la linea, suggerendo ai predicatori compiacenti ciò che devono dire, e questi si ritroveranno in mano solo un pugno di mosche (come si dice). Dell’Evangelo biblico non ne rimarrà così più alcuna traccia e questo sarà, a loro vergogna, il loro giudizio. Come dice la Parola: “Ma gli uomini malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, ingannando gli altri ed essendo ingannati. Tu, invece, persevera nelle cose che hai imparate e di cui hai acquistato la certezza, sapendo da chi le hai imparate” (2 Timoteo 3:13-14); oppure come dice l’Apocalisse: “Chi è ingiusto continui a praticare l’ingiustizia; chi è impuro continui a essere impuro; e chi è giusto continui a praticare la giustizia, e chi è santo si santifichi ancora. Ecco, sto per venire e con me avrò la ricompensa da dare a ciascuno secondo le sue opere” (Apocalisse 22:11-12).

Saranno quindi i loro “intelligenti” leader a dare il colpo di grazia alla Chiesa proprio volendola “salvare”. Da parte nostra, è urgente dare ai credenti sani rimasti (ma spesso feriti, indeboliti e disperati) delle alternative, in ubbidienza alla Parola che dice: “Sii vigilante e rafforza il resto che sta per morire” (Apocalisse 3:2). Sicuramente la situazione è tragica, ma possiamo avere la certezza di quanto afferma la Confessione di Fede riformata di Westminster: “Le chiese più pure sotto il cielo sono soggette a contaminazione e ad errore; alcune sono degenerate al punto da non essere più chiese di Cristo, ma sinagoghe di Satana. Ciononostante vi sarà sempre sulla terra una chiesa per rendere culto a Dio secondo la sua vo­lontà” (25:5).

Coraggio.

Paolo Castellina

castellinadi Paolo Castellina

Credo che le domande poste in calce al vostro articolo di venerdì 24/8/2012 (sull’aumento dell’8 per mille – n.d.r.) siano molto ben poste. Di fatto, ampoule come accade spesso nella Storia, sildenafil maggiore denaro “dà alla testa” e contribuirà all’ulteriore processo di corruzione e di degenerazione di una Chiesa che sempre di più la farà diventare “altro” rispetto alla sua Confessione di Fede.

I veri credenti se ne andranno gradualmente (non riconoscendosi più nella loro chiesa), ma coloro sui quali tanto contano i suoi attuali dirigenti (vale a dire sodomiti e i loro sostenitori, anticlericali e filistei di vario tipo) non hanno e non avranno alcuna intenzione di diventare membri a tutti gli effetti della Chiesa, pagarne i contributi e partecipare regolarmente ai culti. Contribuiranno semmai (più o meno direttamente) a dettarne la linea, suggerendo ai predicatori compiacenti ciò che devono dire, e questi si ritroveranno in mano solo un pugno di mosche (come si dice). Dell’Evangelo biblico non ne rimarrà così più alcuna traccia e questo sarà, a loro vergogna, il loro giudizio. Come dice la Parola: “Ma gli uomini malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, ingannando gli altri ed essendo ingannati. Tu, invece, persevera nelle cose che hai imparate e di cui hai acquistato la certezza, sapendo da chi le hai imparate” (2 Timoteo 3:13-14); oppure come dice l’Apocalisse: “Chi è ingiusto continui a praticare l’ingiustizia; chi è impuro continui a essere impuro; e chi è giusto continui a praticare la giustizia, e chi è santo si santifichi ancora. Ecco, sto per venire e con me avrò la ricompensa da dare a ciascuno secondo le sue opere” (Apocalisse 22:11-12).

Saranno quindi i loro “intelligenti” leader a dare il colpo di grazia alla Chiesa proprio volendola “salvare”. Da parte nostra, è urgente dare ai credenti sani rimasti (ma spesso feriti, indeboliti e disperati) delle alternative, in ubbidienza alla Parola che dice: “Sii vigilante e rafforza il resto che sta per morire” (Apocalisse 3:2). Sicuramente la situazione è tragica, ma possiamo avere la certezza di quanto afferma la Confessione di Fede riformata di Westminster: “Le chiese più pure sotto il cielo sono soggette a contaminazione e ad errore; alcune sono degenerate al punto da non essere più chiese di Cristo, ma sinagoghe di Satana. Ciononostante vi sarà sempre sulla terra una chiesa per rendere culto a Dio secondo la sua vo­lontà” (25:5).

Coraggio.

castellinadi Paolo Castellina

Credo che le domande poste in calce al vostro articolo di venerdì 24/8/2012 (sull’aumento dell’8 per mille – n.d.r.) siano molto ben poste. Di fatto, ampoule come accade spesso nella Storia, sildenafil maggiore denaro “dà alla testa” e contribuirà all’ulteriore processo di corruzione e di degenerazione di una Chiesa che sempre di più la farà diventare “altro” rispetto alla sua Confessione di Fede.

I veri credenti se ne andranno gradualmente (non riconoscendosi più nella loro chiesa), ma coloro sui quali tanto contano i suoi attuali dirigenti (vale a dire sodomiti e i loro sostenitori, anticlericali e filistei di vario tipo) non hanno e non avranno alcuna intenzione di diventare membri a tutti gli effetti della Chiesa, pagarne i contributi e partecipare regolarmente ai culti. Contribuiranno semmai (più o meno direttamente) a dettarne la linea, suggerendo ai predicatori compiacenti ciò che devono dire, e questi si ritroveranno in mano solo un pugno di mosche (come si dice). Dell’Evangelo biblico non ne rimarrà così più alcuna traccia e questo sarà, a loro vergogna, il loro giudizio. Come dice la Parola: “Ma gli uomini malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, ingannando gli altri ed essendo ingannati. Tu, invece, persevera nelle cose che hai imparate e di cui hai acquistato la certezza, sapendo da chi le hai imparate” (2 Timoteo 3:13-14); oppure come dice l’Apocalisse: “Chi è ingiusto continui a praticare l’ingiustizia; chi è impuro continui a essere impuro; e chi è giusto continui a praticare la giustizia, e chi è santo si santifichi ancora. Ecco, sto per venire e con me avrò la ricompensa da dare a ciascuno secondo le sue opere” (Apocalisse 22:11-12).

Saranno quindi i loro “intelligenti” leader a dare il colpo di grazia alla Chiesa proprio volendola “salvare”. Da parte nostra, è urgente dare ai credenti sani rimasti (ma spesso feriti, indeboliti e disperati) delle alternative, in ubbidienza alla Parola che dice: “Sii vigilante e rafforza il resto che sta per morire” (Apocalisse 3:2). Sicuramente la situazione è tragica, ma possiamo avere la certezza di quanto afferma la Confessione di Fede riformata di Westminster: “Le chiese più pure sotto il cielo sono soggette a contaminazione e ad errore; alcune sono degenerate al punto da non essere più chiese di Cristo, ma sinagoghe di Satana. Ciononostante vi sarà sempre sulla terra una chiesa per rendere culto a Dio secondo la sua vo­lontà” (25:5).

Coraggio.

Iotam, sick unico superstite di settanta fratelli uccisi da Abimelec su una stessa pietra, view non ebbe timore di testimoniare: “Salì sulla vetta del monte Garizim, malady alzando la voce gridò”; (anche se poi fuggì a Beer per paura di suo fratello).

Ecco, il pruno – che è un albero di poco valore – vuole regnare sugli alberi da frutta che umilmente non vogliono agitarsi al di sopra degli altri alberi. (v. 8:15). Ma la sorte di quel “pruno”, di quel dittatore è segnata: non muore valorosamente in battaglia, ma una semplice donna butta dalla torre un pezzo di macina sulla testa di Abimelec e gli spezza il cranio (v.53).

DMS

One Response to “La fine di un dittatore – Giudici 9”

  1. Marcio ha detto:

    Per rubare le tue palore (pif9 che appropriate) e8 stato come tornare a casa . Senza dubbio, era le0 che dovevamo essere. Magari ci siamo arrivati con un po’ di gimcane e passi falsi, ma e8 stato tutto utile per apprezzare il valore di questa scelta. Un bacio!

Leave a Reply

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2119523Totale Visitatori:
  • 500Oggi:
  • 1383Ieri:
  • 10093Ultimi 7 giorni:
  • 24232Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti