L’immutabilità del proponimento di Dio

1“Se noi siamo infedeli, egli rimane fedele perché, non può rinnegare sé stesso” (2 Timoteo 2:13).

“Così Dio, volendo mostrare con maggiore evidenza agli eredi, della promessa l’immutabilità del suo proponimento, interviene con un giuramento; affinché mediante due cose immutabili, nelle quali Dio è impossibile che abbia mentito, troviamo una potente consolazione noi che abbiamo cercato il nostro rifugio nell’afferrare saldamente la speranza che ci era messa davanti”. (Ebrei 6:18).

L’Inventore dei colori inimitabili, in questa mattina di domenica, ha dipinto le montagne bianche di neve con un delicato rosa; come altrettanto delicato è l’azzurro del cielo delle prime ore del giorno, che si appoggia sulla linea irregolare dei monti.

Dio è l’Artista per eccellenza e ogni piccolo particolare del suo creato è stato pensato e progettato dalla sua mente. Tutto ciò che esiste è l’espressione della Personalità più fantasiosa esistente, che, nella creazione, si è sbizzarrito a inventarne di tutti i colori!

Provate a prendere in mano un fiore e osservatene le sfumature; le linee verticali o orizzontali o circolari, più scure, più chiare; le tinte; le forme; la delicatezza al tatto; i profumi uno mai uguale all’altro.

1 Commento

Rispondi a Luca Zacchi Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*