Il diavolo al Sinodo valdese

Condivido l’articolo di Leonista, appena uscito, sulla predicazione del culto di apertura del Sinodo Valdese 2016. Vorrei però sottolineare – un po’ maliziosamente, un altro aspetto: la presenza del diavolo!

Non in senso cattivo, ma in quanto il pastore Genre ne ha parlato come di una cosa reale, che agisce nella vita delle persone. Anche qui seguendo ciò che dice la Scrittura, e dunque una novità positiva. Ma vorrei fare tre osservazioni.

1)      L’affermazione che c’è del demoniaco in atti come la strage terroristica di Nizza, per di più correttamente definita jihadista, è notevole, coraggiosa… e naturalmente ignorata dai media.

2)      Lascia invece perplessi aver attribuito ad azione demoniaca la Brexit: “mi sembra demoniaco che a decidere il futuro della Gran Bretagna e, in parte dell’Europa, non siano state le giovani generazioni, ma gli anziani, pieni di paure, gli unici che hanno un futuro garantito”. Troppo facile la battuta: ”Il diavolo veste Prada, ma non veste Prodi”. Peraltro, più che “le paure degli anziani” (alcuni di quegli anziani inglesi, che ricordano la Seconda Guerra Mondiale o addirittura l’hanno combattuta quando l’Inghilterra era sola contro Hitler 18 mesi, hanno votato per paura sì, ma paura – magari a torto, per carità – di perdere la democrazia, difesa sui campi di battahglia) è forse demoniaco il fatto che questi giovani, presunti depositari di chissà quale superiore sapienza, in gran parte non si siano disturbati ad andare a votare.

3)      Un’altra azione assai più verosimilmente demoniaca è quella che tiene sì piegate le nostre chiese, ma non è una questione psicologica o di demoralizzazione. È quella di essere troppo spesso lontani – a volte in consapevole opposizione  – proprio a quella parola di Dio, posta al centro della predicazione del pastore Genre.

Beidana

2 Commenti

  1. Penso che il risultato del referendum sulla Brexit sia affare dei Britannici nonché espressione di un processo fortemente Democratico (parliamo noi Italiani che non andiamo neanche più a votare?), anche se non si è d’accordo con il risultato. E’ forse il pastore Genre avverso alla Democrazia? Non l’avrei mai detto. In ogni caso, il referendum non lo riguarda poichè non è cittadino Britannico e definire ‘Demoniaco’ il fatto che abbia vinto il fronte del Leave mi pare veramente fuori luogo e di dubbio gusto, nonché sicuramente prodotto di scarso acume intellettuale.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*