Cristiani senza mezze misure – Culto di domenica 4 settembre 2016

In un’epoca che vive all’insegna della “tolleranza” è difficile parlare di che cosa significhi essere “un vero cristiano”, perché ciascuno pretende di esserlo a modo suo e che il suo modo di essere cristiano sia perfettamente legittimo. A dir di molti, oggi, “una fede vale l’altra” e nessuno avrebbe il diritto di “imporre sugli altri il proprio modo di credere”. Il testo biblico scelto per la nostra riflessione di quest’oggi indubbiamente ci mette tutti in crisi perché qui il Signore Gesù ci chiama a verificare la sostanza della nostra adesione a Lui in quanto cristiani. I termini che Egli usa sono molto radicali, tanto da mettere in seria questione il cristianesimo della maggior parte di noi che lo professiamo. Leggeremo e commenteremo, cosi, quanto troviamo nel vangelo secondo Luca, al capitolo 14 dal versetto 25 al 33.

4 Settembre 2016  – 16. Domenica dopo Pentecoste

Salmo da cantare: 139 [Or Tu conosci, mio Signor (Ginevrino); Signore, Tu mi conosci (Arpa)].

D/R del Catechismo di Heidelberg: Quarantesima Domenica

Testi biblici: Geremia 18:1-11; Salmi 139:1-5, 12-17; Filemone 1-21; Luca 14:25-33

Preghiera:  Signore. concedici di confidare in Te con tutto il cuore, affinché, come tu sempre opponi resistenza al superbo che confida nelle sue forze. così non abbandoni mai coloro che si gloriano nella Tua misericordia; per Gesù Cristo, nostro Signore, che vive e regna con Te e con lo Spirito Santo, un solo Dio, ora e per sempre. Amen.

Predicazione: Cristiani senza mezze misure (Luca 12:25-33).

Collegamenti:

———
Paolo Castellina

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*