\"NULLA SIA PIÙ FORTE DELLA VOSTRA FEDE\"

GIOSUÈ GIANAVELLO

Natale 2015: Gesù sia presente nei nostri cuori e nella nostra vita

Questa cronologia non ha pretese accademiche, store ma si propone come strumento per aver un quadro d’insieme di una storia straordinaria.  Leggi le note.
Trovi le prime ventitre parti andando a ritroso in questo sito, pills a fondo pagina e poi a pagina 2 e poi alle altre meno recenti (clicca sui numerini in fondo a destra per trovarla). Questa volta devi tornare indietro di due pagine.
agosto 1983 Il Sinodo esamina diversi ordini del giorno sull’installazione dei missili nucleari americani in Sicilia. Nessuno viene approvato: quello Giorgio Spini-Malan che, ribadita la necessità di lavorare per la pace, chiede di sospendere il giudizio perché si tratta di questione squisitamente di parte politica, è bocciato a larga maggioranza; quello principale, che chiede la rimozione delle armi americane, è ritenuto troppo morbido dai deputati e dai pastori più politicizzati, i quali ne presentano un altro, che però non raggiunge la maggioranza
21 febbraio 1984 Il moderatore Giorgio Bouchard e il Presidente della Repubblica  Sandro Pertini firmano l’intesa tra Tavola Valdese e Repubblica Italiana
1984 Primo “Campo Gay” al Centro Ecumenico valdese di Agape
11 agosto 1984 Promulgazione della legge che approva l’intesa tra Repubblica Italiana e Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi
21 febbraio 1988 Il professore di teologia Vittorio Subilia scrive al pastore Pietro Valdo Panascia sulla situazione valdese: “Si è perduto il centro, i riferimenti biblici sono caduti, non ci si occupa che di un ecumenismo falso e livellatore, del terzo mondo, di ecologia, di conformismo ai problemi sociali. Dal 1700 non si era prodotta una situazione di una simile gravità.”
5 ottobre 1993 Promulgata la legge che, su richeista della Tavola Valdese, le assegna la quota dell’8 per 1000 dell’imposta sui redditi, limitatamente a una quota proporzionale a quanti effettuano realmente la scelta
31 dicembre 1997 Il debito degli ospedali valdesi del Piemonte supera in un solo anno l’intero bilancio della Chiesa arrivando a 11 miliardi di lire
Sinodo 1998 Né il Sinodo né gli altri organismi ecclesiastici affrontano il problema del debito degli ospedali
31 dicembre 1998 Il debito degli ospedali valdesi del Piemonte arriva a 22 miliardi di lire, più di quanto è stimato l’intero patrimonio immobiliare della Chiesa
1999 In una data imprecisata la Tavola garantisce con gli immobili della Chiesa l’enorme debito degli ospedali. La cosa non viene menzionata nella relazione al Sinodo
Sinodo 1999 La CIOV nella relazione al Sinodo dà conto di un aumento del debito degli ospedali di solo 4 miliardi anziché degli 11 reali. Il Sinodo non prende provvedimenti, nonostante il totale sia il triplo dell’intero bilancio della chiesa
1999 L’editrice valdese Claudiana pubblica il libro “Omosessualità” della pastora valdese Gabriella Lettini, in cui si afferma: “Chi proclama che uomini e donne omosessuali sono malati o peccatori ha il diritto di esprimere la propria opinione con lo stesso ‘diritto’ dei razzisti di disprezzare le persone che non appartengono alla razza bianca, o dei naziskin di insultare gli ebrei… La tradizione cristiana è complice in ogni episodio di violenza e discriminazione nei confronti di uomini e donne omosessuali. Finché i cristiani non diventeranno parte della soluzione a questo stato di cose, il cristianesimo sarà parte del problema.”
Questa cronologia non ha pretese accademiche, discount ma si propone come strumento per aver un quadro d’insieme di una storia straordinaria.  Leggi le note.
Trovi le prime ventitre parti andando a ritroso in questo sito, viagra a fondo pagina e poi a pagina 2 e poi alle altre meno recenti (clicca sui numerini in fondo a destra per trovarla). Questa volta devi tornare indietro di due pagine.
agosto 1983 Il Sinodo esamina diversi ordini del giorno sull’installazione dei missili nucleari americani in Sicilia. Nessuno viene approvato: quello Giorgio Spini-Malan che, more about ribadita la necessità di lavorare per la pace, chiede di sospendere il giudizio perché si tratta di questione squisitamente di parte politica, è bocciato a larga maggioranza; quello principale, che chiede la rimozione delle armi americane, è ritenuto troppo morbido dai deputati e dai pastori più politicizzati, i quali ne presentano un altro, che però non raggiunge la maggioranza
21 febbraio 1984 Il moderatore Giorgio Bouchard e il Presidente della Repubblica  Sandro Pertini firmano l’intesa tra Tavola Valdese e Repubblica Italiana
1984 Primo “Campo Gay” al Centro Ecumenico valdese di Agape
11 agosto 1984 Promulgazione della legge che approva l’intesa tra Repubblica Italiana e Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi
21 febbraio 1988 Il professore di teologia Vittorio Subilia scrive al pastore Pietro Valdo Panascia sulla situazione valdese: “Si è perduto il centro, i riferimenti biblici sono caduti, non ci si occupa che di un ecumenismo falso e livellatore, del terzo mondo, di ecologia, di conformismo ai problemi sociali. Dal 1700 non si era prodotta una situazione di una simile gravità.”
5 ottobre 1993 Promulgata la legge che, su richeista della Tavola Valdese, le assegna la quota dell’8 per 1000 dell’imposta sui redditi, limitatamente a una quota proporzionale a quanti effettuano realmente la scelta
31 dicembre 1997 Il debito degli ospedali valdesi del Piemonte supera in un solo anno l’intero bilancio della Chiesa arrivando a 11 miliardi di lire
Sinodo 1998 Né il Sinodo né gli altri organismi ecclesiastici affrontano il problema del debito degli ospedali
31 dicembre 1998 Il debito degli ospedali valdesi del Piemonte arriva a 22 miliardi di lire, più di quanto è stimato l’intero patrimonio immobiliare della Chiesa
1999 In una data imprecisata la Tavola garantisce con gli immobili della Chiesa l’enorme debito degli ospedali. La cosa non viene menzionata nella relazione al Sinodo
Sinodo 1999 La CIOV nella relazione al Sinodo dà conto di un aumento del debito degli ospedali di solo 4 miliardi anziché degli 11 reali. Il Sinodo non prende provvedimenti, nonostante il totale sia il triplo dell’intero bilancio della chiesa
1999 L’editrice valdese Claudiana pubblica il libro “Omosessualità” della pastora valdese Gabriella Lettini, in cui si afferma: “Chi proclama che uomini e donne omosessuali sono malati o peccatori ha il diritto di esprimere la propria opinione con lo stesso ‘diritto’ dei razzisti di disprezzare le persone che non appartengono alla razza bianca, o dei naziskin di insultare gli ebrei… La tradizione cristiana è complice in ogni episodio di violenza e discriminazione nei confronti di uomini e donne omosessuali. Finché i cristiani non diventeranno parte della soluzione a questo stato di cose, il cristianesimo sarà parte del problema.”
Questa cronologia non ha pretese accademiche, adiposity ma si propone come strumento per aver un quadro d’insieme di una storia straordinaria.  Leggi le note.
Trovi le prime ventitre parti andando a ritroso in questo sito, a fondo pagina e poi a pagina 2 e poi alle altre meno recenti (clicca sui numerini in fondo a destra per trovarla). Questa volta devi tornare indietro di due pagine.
agosto 1983 Il Sinodo esamina diversi ordini del giorno sull’installazione dei missili nucleari americani in Sicilia. Nessuno viene approvato: quello Giorgio Spini-Malan che, ribadita la necessità di lavorare per la pace, chiede di sospendere il giudizio perché si tratta di questione squisitamente di parte politica, è bocciato a larga maggioranza; quello principale, che chiede la rimozione delle armi americane, è ritenuto troppo morbido dai deputati e dai pastori più politicizzati, i quali ne presentano un altro, che però non raggiunge la maggioranza
21 febbraio 1984 Il moderatore Giorgio Bouchard e il Presidente della Repubblica  Sandro Pertini firmano l’intesa tra Tavola Valdese e Repubblica Italiana
1984 Primo “Campo Gay” al Centro Ecumenico valdese di Agape
11 agosto 1984 Promulgazione della legge che approva l’intesa tra Repubblica Italiana e Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi
21 febbraio 1988 Il professore di teologia Vittorio Subilia scrive al pastore Pietro Valdo Panascia sulla situazione valdese: “Si è perduto il centro, i riferimenti biblici sono caduti, non ci si occupa che di un ecumenismo falso e livellatore, del terzo mondo, di ecologia, di conformismo ai problemi sociali. Dal 1700 non si era prodotta una situazione di una simile gravità.”
5 ottobre 1993 Promulgata la legge che, su richeista della Tavola Valdese, le assegna la quota dell’8 per 1000 dell’imposta sui redditi, limitatamente a una quota proporzionale a quanti effettuano realmente la scelta
31 dicembre 1997 Il debito degli ospedali valdesi del Piemonte supera in un solo anno l’intero bilancio della Chiesa arrivando a 11 miliardi di lire
Sinodo 1998 Né il Sinodo né gli altri organismi ecclesiastici affrontano il problema del debito degli ospedali
31 dicembre 1998 Il debito degli ospedali valdesi del Piemonte arriva a 22 miliardi di lire, più di quanto è stimato l’intero patrimonio immobiliare della Chiesa
1999 In una data imprecisata la Tavola garantisce con gli immobili della Chiesa l’enorme debito degli ospedali. La cosa non viene menzionata nella relazione al Sinodo
Sinodo 1999 La CIOV nella relazione al Sinodo dà conto di un aumento del debito degli ospedali di solo 4 miliardi anziché degli 11 reali. Il Sinodo non prende provvedimenti, nonostante il totale sia il triplo dell’intero bilancio della chiesa
1999 L’editrice valdese Claudiana pubblica il libro “Omosessualità” della pastora valdese Gabriella Lettini, in cui si afferma: “Chi proclama che uomini e donne omosessuali sono malati o peccatori ha il diritto di esprimere la propria opinione con lo stesso ‘diritto’ dei razzisti di disprezzare le persone che non appartengono alla razza bianca, o dei naziskin di insultare gli ebrei… La tradizione cristiana è complice in ogni episodio di violenza e discriminazione nei confronti di uomini e donne omosessuali. Finché i cristiani non diventeranno parte della soluzione a questo stato di cose, il cristianesimo sarà parte del problema.”

Più di duemila anni fa, health in una data che non era il 25 dicembre, treat è nato a Betlehem il nostro solo Salvatore, l’unico capo del suo corpo che è la Chiesa (articolo 12 della Confessione di Fede), vero uomo e vero Dio (art. 13). Egli ci ha pienamente riconciliati con Dio (art. 16), e con lui siamo uniti per la fede (art. 17). Il Natale ricorda questo.

Se ci fosse un pochino di consapevolezza di quanto importante sia la venuta del Messia, del Cristo, i festeggiamenti dovrebbero essere anche più grandi di quelli che si vedono in giro, ma soprattutto dovrebbero essere centrati su di Lui: Gesù, figlio di Dio, nostro Salvatore.

In questo senso l’augurio più grande che si possa fare è che questi giorni e ogni giorno Gesù sia presente nei nostri cuori e nella nostra vita. E’ quello che rivolgiamo a tutti i lettori di valdesi.eu.

«Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini, su cui si posa il suo favore» (Luca 2:14)

 

3 Responses to “Natale 2015: Gesù sia presente nei nostri cuori e nella nostra vita”

  1. Diego Fiumarella scrive:

    Invece, molto probabilmente, Gesù è nato proprio il 25 dicembre!!!
    Il capodanno ebraico cade attorno all’equinozio d’autunno (circa 20-25 settembre). Ora, Luca 1:26 sostiene che l’angelo Gabriele ha annunciato a Maria il concepimento di Gesù per opera dello Spirito Santo “il sesto mese”, dunque sei mesi dopo il 25 settembre, cioè il 25 marzo: nove mesi dopo fa, guarda caso, priprio il 25 dicembre!!!
    C’è anche una spiegazione storica. Nelle grotte di Qumran sono stati ritrovati dei calendari esseni (con anno solare) con le feste ebraiche e anche i turni dei sacerdoti nel Tempio di Gerusalemme. Ebbene, Zaccaria, il padre di Giovanni battista, essendo della casa di Abia, aveva il turno gli ultimi dieci giorni di aprile e settembre. Proprio questo secondo turno è compatibile con la data del 25 dicembre: infatti, se Gesù è nato il 25 dicembre, sei mesi dopo Giovanni battista (Luca 1:36), tutto torna, persino la tradizione cattolica della nascita di Giovanni battista il 24 giugno e quella ortodossa del suo concepimento il 23 settembre, quando Zaccaria abeva il suo turno nl Tempio (Luca 1:23-24).

    • Lucio scrive:

      Molto interessante! Da dove viene la notizia che a Qumran è menzionato Zaccaria?

      • Diego Fiumarella scrive:

        Nel “Libro dei Giubilei”, testo esseno ritrovato a Qumran, si citano i turni delle case e tribù per quanto riguarda il culto al Tempio. La casa di Abia (a cui apparteneva Zaccaria) aveva il turno tra il 23 e il 30 aprile e tra il 23 e il 30 settembre.

Leave a Reply

*

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2060122Totale Visitatori:
  • 392Oggi:
  • 819Ieri:
  • 7201Ultimi 7 giorni:
  • 21793Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti