\"NULLA SIA PIÙ FORTE DELLA VOSTRA FEDE\"

GIOSUÈ GIANAVELLO

La dissidenza protestante in Francia fa sul serio: Appello a guardarsi dall’apostasia della Chiesa Protestante Unita

Ciò che è stato è quel che sarà; ciò che si è fatto è quel che si farà; non c’è nulla di nuovo sotto il sole” (Ec 1:9)

La scrittura ha da sempre anticipato ciò che è stato e sarà di nuovo, medical search e quando noi guardiamo con sgomento alla caduta dei tempi presenti, viagra order in verità non facciamo che testimoniare ciò che Dio aveva annunciato tanto tempo fa. Certo il nostro sentimento di credenti veri è quello di urlare, more about di contrastare con forza l’avanzare del Male nella Chiesa, che avviene anche mediante l’introduzione di dottrine non bibliche, ma nonostante tutto quello che noi vorremmo fare, ciò che deve accadere accadrà, così come è stato scritto, affinché si compia la Parola di Dio e si affermi il suo Regno dopo il breve dominio del Principe di questo Mondo e dei suoi servi.

Paolo scriveva: “Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza. Anche da costoro allontànati!” (2Tm 3:1-5).

Ebbene, quei giorni sono arrivati! Li vediamo con i nostri occhi anche nella Chiesa, e come ho detto vorremmo reagire, riportare la dottrina sulla retta via, quella insegnataci dal nostro Signore Gesù Cristo, ma invano, perché abbiamo di fronte a noi gli individui di cui ci parla l’Apostolo Giuda: “Sono dei mormoratori, degli scontenti; camminano secondo le loro passioni; la loro bocca proferisce cose incredibilmente gonfie, e circondano d’ammirazione le persone per interesse. Ma voi, carissimi, ricordatevi di ciò che gli apostoli del Signore nostro Gesù Cristo hanno predetto, quando vi dicevano: «Negli ultimi tempi vi saranno schernitori che vivranno secondo le loro empie passioni». Essi sono quelli che provocano le divisioni, gente sensuale, che non ha lo Spirito” (Gd: 16-19).

In molte Chiese Evangeliche si abbandona la “Sola Scriptura”, lo si fa a colpi di (risicate) maggioranze Sinodali e così la parola degli uomini è messa al posto della Parola di Dio. Anche di questi però l’Apostolo Pietro scriveva: “…ci saranno anche tra di voi falsi dottori che introdurranno occultamente eresie di perdizione, e, rinnegando il Signore che li ha riscattati, si attireranno addosso una rovina immediata. Molti li seguiranno nella loro dissolutezza; e a causa loro la via della verità sarà diffamata …ma la loro condanna già da tempo è all’opera e la loro rovina non si farà aspettare ” (2Pietro 2:1-3).

Intanto  però quelli che ancora sono rimasti fedeli alla “Sola Scriptura” si sentono esattamente nella situazione di Lot, del quale Pietro ci scrive ancora: “…il giusto Lot … era rattristato dalla condotta dissoluta di quegli uomini scellerati (quel giusto, infatti, per quanto vedeva e udiva, quando abitava tra di loro, si tormentava ogni giorno nella sua anima giusta a motivo delle loro opere inique)” (2P 2:7-8), e se da un lato cercano con tutto il cuore di rimanere fedeli al Signore, dall’altro esprimono la loro disapprovazione dove è ancora concesso loro di parlare. Di questo dobbiamo ringraziare Siti come “Sentieri Antichi Valdesi” che permettono ai credenti secondo la “Sola Scriptura” di testimoniare la Parola senza le censure operate da coloro che la vogliono sovvertire a colpi di decisioni umane e che, sempre l’Apostolo Pietro definisce: “Audaci, arroganti, (che) non hanno orrore di dir male delle dignità, …figli di maledizione! Con discorsi pomposi e vuoti adescano, mediante i desideri della carne e le dissolutezze, quelli che si erano appena allontanati da coloro che vivono nell’errore; promettono loro la libertà, mentre essi stessi sono schiavi della corruzione…” (2P 2:11 e segg).

Per compiacere il mondo ecco che costoro stravolgono la Parola di Dio e se ne compiacciono, e senza preoccuparsi di essersi allontanati dalla verità, portano con loro nello sviamento altri fratelli e sorelle, che per debolezza o ingenuità si sono lasciati irretire dalle loro predicazioni. Sono i Teologi, i Pastori ei  Dottori che adesso guidano un numero crescente di Chiese Riformate nel mondo.

Tra due anni assisteremo all’apoteosi di questi individui che parlando della Riforma di Lutero, se ne attribuiranno l’eredità spirituale, quando proprio loro l’hanno svuotata di ogni valore con la loro teologia liberale/libertina.

Cosa possiamo fare noi? Cosa possono fare i credenti che ancora seguono la “Sola Scriptura”?

Il “Patto di Comunione” (Covenant Fellowship) della Chiesa di Scozia è una buona risposta alla contaminazione del Male che avanza nelle Chiese, e tuttavia ciò che deve avvenire avverrà, non saremo noi a fermarlo né potremo farlo in verità. Quello che come credenti siamo chiamati a fare è tenere alta la testimonianza dell’Evangelo, al di là delle teologie che vengono praticate nelle nostre Chiese, perché il nostro compito non è quello di salvare le Chiese istituzioni, ma le comunità dei credenti dalla perdizione delle nuove dottrine. In questo senso i “Patti di Comunione”, che ci auguriamo possano essere siglati anche nella nostra piccola Chiesa Valdese, diverranno strumenti per continuare a guidare i credenti nella retta dottrina della “Sola Scriptura”, proprio nel marasma e nella caduta generale che coinvolge le nostre Chiese in quelli che la Scrittura definisce “Gli Ultimi Tempi”.

Nikodemos
I fratelli riformati francesi si mobilitano contro l’apostasia della Chiesa Protestante Unita di Francia (già Chiesa Riformata e Chiesa luterana di Francia) dopo la legittimazione del “matrimoni” in chiesa fra persone dello stesso sesso.

Appello del 17 maggio 2015 ai cristiani protestanti perché si guardino dall’apostasia e dal nicodemismo della Chiesa Protestante Unita di Francia (Dal Blog Cristiano Professante)
ALLE PECORE DEL SIGNORE
Grazia e pace in Gesù Cristo!
«Nondimeno, remedy anche adesso», information pills dice il SIGNORE, seek

«tornate a me con tutto il vostro cuore,
con digiuni, con pianti e con lamenti!»
 (Gioele 2:12)

Certuni, in seno alla direzione delle chiese, hanno recentemente aggiunto a tutte le loro cattive azioni, quella di benedire pubblicamente il peccato. Così facendo, questi falsi fratelli, non solo hanno preso una decisione senza precedenti nella storia della Chiesa, ma hanno preso una decisione straniera allo Spirito che anima la Chiesa, tanto più che si tratta di una decisione contraria alla Parola di Dio. E’ con cuore pesante che dobbiamo ammette questa terribile realtà: la Chiesa Protestante Unita di Francia (EPUdF) è caduta nell’apostasia.

Senza dubio è opportuno dire, più precisamente, che l’EPUdF ha ora suggellato lo spirito d’apostasia che vi ha operato per un lungo periodo di tempo, perché il verme era nel frutto dal giorno in cui questa “chiesa” ha svuotato il Credo della sua autorità nel 1938. Accanto al vero significato delle Scritture è l’errore e la menzogna che sono stati poi tollerati in modo tale che i templi sono stati trasformati in “case di tolleranza”: sono stati tollerati unitariani, catari, agnostici (e persino eresie gnostiche confutate duemila volte!) … e il decadimento morale si è presto accompagnato a questo imbastardimento della fede: divorzio, aborto ed eutanasia sono stati oggetto di complicità passiva (con il pretesto del “non giudicare”) prima di diventare, come ora vediamo, complicità attiva (dobbiamo benedirla!).

Se il termine “comunione” ha ancora un senso, non è più possibile per un cristiano di rimanere in un’organizzazione apostata. Lungi da questo che i pastori stessi possano consolarsi con l’idea di potere non celebrare essi stessi il peccato in virtù di una qualunque clausola di libertà di coscienza: questo equivarrebbe a lavarsene le mani della sorte di Gesù Cristo! Dovrebbero, con un approccio molto individualista, membri fedeli che sono rimasti nella EPUdF disperdersi in altre comunioni meno corrotte? Sarebbe ignorare la dimensione collettiva di questo dramma, e sarebbe soprattutto, assumersi il rischio di non trarre alcuna lezione da questo terribile giudizio di Dio.

Tuttavia, la situazione è grave: abbiamo bisogno che il popolo di Dio si copra di cenere e si ravveda sinceramente nel digiuno e nella preghiera, perché Dio resiste ai superbi e dà grazia agli umili (1 Pietro 5:5). L’ora è grave: abbiamo bisogno che il popolo di Dio guardi con fede a Gesù Cristo, il suo unico Salvatore, dato che abbiamo un avvocato presso il Padre, Gesù Cristo il Giusto (1 Giovanni 2:1).

L’ora è grave: abbiamo bisogno che il popolo di Dio ovunque opponga resistenza, riprendendosi i templi occupati dai gnostici, là dove Dio lo permetta creare nuove parrocchie e, dove possibile e necessario, stabilendo chiese domestiche, organizzare su tutto il territorio la comunione di coloro che sono rimasti fedeli all’ortodossia, fedeli alla pura Parola di Dio.

Questa lotta per una comunione della quale i membri confessino alla lettera il simbolo inalterato niceno-costantinopolitano, non dovrà essere il caso dei pochi sopravvissuti della EDDdF ma di tutti coloro che intendono vivere nella stessa fede dei nostri Padri, Confessori e Martiri!

Perché l’anno 2017, Giubileo della Riforma protestante, non sia pure quello della sua morte.

Che la Chiesa si riformi sempre secondo la Parola di Dio.

SOLI DEO GLORIA!

3 Responses to “La dissidenza protestante in Francia fa sul serio: Appello a guardarsi dall’apostasia della Chiesa Protestante Unita”

  1. Luca Zacchi scrive:

    Che la Chiesa si riformi sempre secondo la Parola di Dio. SOLI DEO GLORIA!

  2. Bucer scrive:

    Grazie mille per questa divisione!
    Che Dio vi benedicesse;
    fraternamente, di France!

  3. Michele Moramarco scrive:

    Non sono evangelico valdese, ma voglio ringraziarvi dal profondo del cuore per la vostra fedeltà e il vostro coraggio. Michele

Leave a Reply

*

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 2030782Totale Visitatori:
  • 277Oggi:
  • 587Ieri:
  • 6332Ultimi 7 giorni:
  • 17680Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti