\"NULLA SIA PIÙ FORTE DELLA VOSTRA FEDE\"

GIOSUÈ GIANAVELLO

CRONOLOGIA VALDESE. 25a parte: Genoa Social Forum e 40 milioni di debiti

Questa cronologia non ha pretese accademiche, website like this ma si propone come strumento per aver un quadro d’insieme di una storia straordinaria.  Leggi le note.
Trovi le prime ventotto parti andando a ritroso in questo sito, a fondo pagina e poi a pagina 2 e poi alle altre meno recenti.
13 gennaio 2013 Il settimanale ‘Riforma’ cerca di far passare per “dialogo con la realtà pentecostale sull’omosessualità” un convegno cui ha partecipato anche un pastore di una piccola frazione pentecostale cui aderisce non più dell’1% dei pentecostali italiani
26 maggio 2013 A Roma si celebra la prima benedizione di una coppia di lesbiche dopo l’autorizzazione del Sinodo nel 2010
14 giugno 2013 La Federazione dei Giovani Evangelici Italiani (valdesi ed altri) partecipa ufficialmente al Gay Pride di Roma
26 luglio 2013 Sul settimanale ‘Riforma’ un pastore valdese già membro della Tavola scrive che ci sono “brani biblici affetti da omofobia”. Nello stesso numero del settimanale, un altro pastore esprime sostegno alla proposta di legge che punisce la “omofobia” con il carcere
2 e 5 agosto 2013 Valpellice: prime “Giornate di Sentieri Antichi Valdesi”
agosto 2013 Il Sinodo respinge il ricorso contro la deplorazione del 2011 nei confronti di valdesi.eu perché essa non sarebbe un “provvedimento” specifico contro il quale si possa ricorrere al Sinodo. Curiosamente il Sinodo ha trattato ricorsi riguardanti soldi da dare a ex dipendenti, ma la deplorazione per ragioni di fede non sarebbe degna di poter essere discussa in tale sede
ottobre 2013 Esce il libro di Paolo Castellina “La confessione di fede valdese del 1655″.
15 novembre 2013 “Riforma” rivela che negli ultimi 10 anni i membri di chiesa valdese sono diminuiti del 9,2%
2 dicembre 2013 Nasce il movimento ecclesiale Sentieri Antichi Valdesi
12 gennaio 2014 Dichiarazione Sentieri Antichi Valdesi sulla famiglia. Ecco l’esordio: “la famiglia è il nucleo fondamentale della società, stabilita fermamente dalla Parola di Dio”
17 febbraio 2014 Dichiarazione Sentieri Antichi Valdesi: “La Parola di Dio fonte della nostra vita. No al relativismo dottrinale”
Questa cronologia non ha pretese accademiche, about it ma si propone come strumento per aver un quadro d’insieme di una storia straordinaria.  Leggi le note.
Trovi le prime ventitre parti andando a ritroso in questo sito, troche a fondo pagina e poi a pagina 2 e poi alle altre meno recenti (clicca sui numerini in fondo a destra per trovarla). Questa volta devi tornare indietro di due pagine.

- See more at: http://www.valdesi.eu/#sthash.LtFKvdW9.dpuf

2000 Il debito degli ospedali valdesdi del Piemonte supera i 30 miliardi di lire
estate 2001 La Federazione delle Chiese Evangeliche della Liguria e del Piemonte Meridionale, la Chiesa Evangelica Valdese di Genova-Sampierdarena, il Centro Ecumenico di Agape (della Chiesa Valdese) aderiscono al Genoa Social Forum, organizzatore delle manifestazioni contro il vertice G8 di Genova, che sfoceranno anche in gravi disordini e devastazioni. Tra gli aderenti, varie associazioni come Antagonismo Gay, Arcigay, Arcilesbica, Diavolo Rosso, Azione Gay e Lesbica, Collettivo Femminista Streghe Rosse, 15 “centri sociali okkupati”, diversi collettivi anarchici, il collettivo “ilFuorilegge”, il collettivo autonomo Molotov, il Comitato contro il McDonald’s di Bisceglie, i tifosi ultras Fighters Juventini di Roma, 35 gruppi comunisti, il Partito Marxista Leninista, il “seminario contro la proibizione della canapa indiana”, l’associazione Stato di Allucinazione
2001 Il debito degli ospedali valdesi supera i 40 miliardi di lire. Gli amministratori tornano a chiedere alla Regione Piemonte di aumentare le tariffe per remunerare i servizi, ma non procedono ad accorpare servizi dei tre istituti, mantengono un numero di personale amministrativo che il sistema sanitario regionale giudicherà il triplo del necessario, e contratti di ‘service’ a Torino vantaggiosissimi per i soggetti esterni e onerosissimi per l’ospedale
2002 Mentre il debito degli ospedali è oltre i 30 milioni di euro, sette volte l’intero bilancio annuale della Chiesa, molto oltre il valore di tutti gli immobili posseduti, templi e luoghi storici inclusi, la Tavola comincia a lanciare l’allarme sulla situazione, affermando che l’unica causa è il mancato aumento della remunerazione dei servizi da parte della Regione
2002 Primo “Campo Lesbico” al Centro Ecumenico valdese di Agape
2003 Il debito degli ospedali valdesi supera i 40 milioni di euro, oltre 80 miliardi di lire. Senza un intervento esterno tutto il patrimonio immobiliare valdese, inclusi, templi, presbiteri, luoghi storici (il cui valore è stimato meno di 20 milioni), passerebbe alle banche creditrici, gli ospedali sarebbero chiusi, i 550 dipendenti perderebbero il lavoro, e alla Chiesa resterebbero ancora parecchi milioni da pagare. Una mediazione politica di Giorgio Mathieu, Lucio Malan ed Emilio Bolla ottiene l’impegno di Enzo Ghigo, presidente della Regione, a promuovere una legge regionale perché essa si accolli tutti i debiti e incorpori gli ospedali, dipendenti inclusi, nel sistema sanitario regionale. E’ così sventato il pericolo che la Chiesa Valdese perda l’intero suo patrimonio, immobibliare e non. Perde però gli ospedali
18 maggio 2004 Approvata la Legge Regionale che accolla alla Regione Piemonte i debiti degli ospedali valdesi, i quali passano al servizio sanitario regionale con i loro 550 dipendenti. La somma stanziata è 40 milioni di euro
Ecco il culto settimanale del pastore Paolo Castellina
shop arial, this site sans-serif;”>Siete degli “acuti osservatori”, viagra 40mg come lo era il proverbiale investigatore Sherlock Holmes? In effetti non è da tutti. Alcuni sono soliti a cercare con ansia e frenesia ciò che servirebbe loro, senza vedere che …è sotto il loro naso! Gesù lasciava dei segni evidenti, indizi, della sua identità, ma non erano e non sono evidenti a tutti, ma solo per chi “ha occhi per vedere”! Il vangelo di Giovanni è stato chiamato “il vangelo dei segni”. Questa settimana esaminiamo il segno della Sua identità che ha dato alle Nozze di Cana (Giovanni 2:1-11).
Domenica 17 Gennaio 2016 – Seconda domenica dopo l’Epifanìa
D/R del Catechismo di Heidelberg: Ottava Domenica
Preghiera. Onnipotente Iddio, il cui Figlio e nostro Salvatore Gesù Cristo è la luce del mondo; concedi che il Tuo popolo, illuminato dalla Tua Parola e sacramenti, possa brillare con la radianza della gloria di Cristo affinché Egli sia conosciuto, adorato ed ubbidito in ogni angolo della terra; per Gesù Cristo, che con te e con lo Spirito Santo vive e regna, un solo Dio, ora e per sempre. Amen.
Collegamenti:
Questa cronologia non ha pretese accademiche, this ma si propone come strumento per aver un quadro d’insieme di una storia straordinaria.  Leggi le note.
Trovi le prime ventiquattro parti andando a ritroso in questo sito, page a fondo pagina e poi a pagina 2 e poi alle altre meno recenti (clicca sui numerini in fondo a destra per trovarla). Questa volta devi tornare indietro di due pagine.
2000 Il debito degli ospedali valdesdi del Piemonte supera i 30 miliardi di lire
estate 2001 La Federazione delle Chiese Evangeliche della Liguria e del Piemonte Meridionale, la Chiesa Evangelica Valdese di Genova-Sampierdarena, il Centro Ecumenico di Agape (della Chiesa Valdese) aderiscono al Genoa Social Forum, organizzatore delle manifestazioni contro il vertice G8 di Genova, che sfoceranno anche in gravi disordini e devastazioni. Tra gli aderenti, varie associazioni come Antagonismo Gay, Arcigay, Arcilesbica, Diavolo Rosso, Azione Gay e Lesbica, Collettivo Femminista Streghe Rosse, 15 “centri sociali okkupati”, diversi collettivi anarchici, il collettivo “ilFuorilegge”, il collettivo autonomo Molotov, il Comitato contro il McDonald’s di Bisceglie, i tifosi ultras Fighters Juventini di Roma, 35 gruppi comunisti, il Partito Marxista Leninista, il “seminario contro la proibizione della canapa indiana”, l’associazione Stato di Allucinazione
2001 Il debito degli ospedali valdesi supera i 40 miliardi di lire. Gli amministratori tornano a chiedere alla Regione Piemonte di aumentare le tariffe per remunerare i servizi, ma non procedono ad accorpare servizi dei tre istituti, mantengono un numero di personale amministrativo che il sistema sanitario regionale giudicherà il triplo del necessario, e contratti di ‘service’ a Torino vantaggiosissimi per i soggetti esterni e onerosissimi per l’ospedale
2002 Mentre il debito degli ospedali è oltre i 30 milioni di euro, sette volte l’intero bilancio annuale della Chiesa, molto oltre il valore di tutti gli immobili posseduti, templi e luoghi storici inclusi, la Tavola comincia a lanciare l’allarme sulla situazione, affermando che l’unica causa è il mancato aumento della remunerazione dei servizi da parte della Regione
2002 Primo “Campo Lesbico” al Centro Ecumenico valdese di Agape
2003 Il debito degli ospedali valdesi supera i 40 milioni di euro, oltre 80 miliardi di lire. Senza un intervento esterno tutto il patrimonio immobiliare valdese, inclusi, templi, presbiteri, luoghi storici (il cui valore è stimato meno di 20 milioni), passerebbe alle banche creditrici, gli ospedali sarebbero chiusi, i 550 dipendenti perderebbero il lavoro, e alla Chiesa resterebbero ancora parecchi milioni da pagare. Una mediazione politica di Giorgio Mathieu, Lucio Malan ed Emilio Bolla ottiene l’impegno di Enzo Ghigo, presidente della Regione, a promuovere una legge regionale perché essa si accolli tutti i debiti e incorpori gli ospedali, dipendenti inclusi, nel sistema sanitario regionale. E’ così sventato il pericolo che la Chiesa Valdese perda l’intero suo patrimonio, immobibliare e non. Perde però gli ospedali
18 maggio 2004 Approvata la Legge Regionale che accolla alla Regione Piemonte i debiti degli ospedali valdesi, i quali passano al servizio sanitario regionale con i loro 550 dipendenti. La somma stanziata è 40 milioni di euro

Leave a Reply

*

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 1876877Totale Visitatori:
  • 425Oggi:
  • 757Ieri:
  • 6289Ultimi 7 giorni:
  • 16837Questo mese:

Visitatori Online

Articoli Recenti