\"NULLA SIA PIÙ FORTE DELLA VOSTRA FEDE\"

GIOSUÈ GIANAVELLO

Benedetto il giorno in cui ti ho incontrato? – Culto di domenica 22 ottobre 2017

Domenica 22 Ottobre 2017 – Ventesima Domenica dopo Pentecoste [predicazione (per iscritto), letture e salmo].
 Avete mai detto a qualcuno: “Ringrazio Dio per averti incontrato. La tua presenza, soprattutto nei momenti difficili, è stata veramente provvidenziale per me. Le tue parole, i tuoi consigli, il tuo amore, la tua comprensione, la tua solidarietà… è stata ed è veramente importante. Sei veramente per me come un angelo mandato dal Signore. Voglio esprimerti tutta la mia riconoscenza”. Potremmo esprimere simili sentimenti di riconoscenza per una comunità cristiana? L’apostolo Paolo lo fa per i cristiani di Tessalonica. Come e perché così erano stati per lui? Possiamo anche noi diventare oggetto di riconoscenza per qualcuno? Consideriamolo dal testo biblico di 1 Tessalonicesi 1:2-10.
———
Paolo Castellina

Leave a Reply

*

Se il mondo vi odia, sappiate che ha odiato me prima di voi. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; ma poiché non siete del mondo, ma io vi ho scelto dal mondo, perciò il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
(Giovanni 15:18-20)

Traduttore

Così dice l'Eterno: «Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa; così troverete riposo per le anime vostre». Ma essi rispondono: «Non cammineremo in essa».
(Geremia 6:16)

Link Consigliati

                 

Visitatori 2010 : 43.446

Visitatori 2011 : 81.694

Visitatori 2012(fino a al 13 Novembre) : 85.636

Statistiche visitatori dal 14-11-2012

  • 1445333Totale Visitatori:
  • 676Oggi:
  • 1026Ieri:
  • 7502Ultimi 7 giorni:
  • 22621Questo mese:

Visitatori Online